Aggiornamento 25/09/2019 – Iscrizioni all’Albo Telematico dei CTU del Tribunale di Bologna

E’ stato aggiornata la pagina del sito del Tribunale di Bologna dedicata all’Albo dei CTU con informazioni più dettagliate sul rinnovo delle iscrizioni già in essere e sulle nuove iscrizioni (Albo CTU). Visibile sulla sinistra il pannello di accesso all’area riservata che sarà attiva a partire dal 30/09/2019.

Gestionale Albo CTU Tribunale di Bologna

Sul sito si conferma che

a far data dal 30 settembre 2019 sarà possibile, dunque, presentare la domanda di iscrizione all’Albo CTU e/o all’Albo Periti del Tribunale di Bologna per via telematica, compilando in ogni sua parte il form dedicato che sarà attivato sul presente Portale istituzionale (un apposito vademecum – che sarà pubblicato prossimamente su questa pagina – illustrerà i passaggi necessari alla registrazione al sito del Tribunale di Bologna e alla compilazione della domanda online). Entro il 30 novembre 2019i Professionisti già iscritti all’albo dovranno confermare la volontà di rimanere tali rinnovando la propria adesione in via telematica attraverso la compilazione del form dedicato e l’allegazione della documentazione a supporto*, unitamente alla dichiarazione di essere in regola con le contribuzioni previdenziali e di avere ottemperato agli obblighi formativi del Collegio/Ordine di appartenenza.

* Da intendersi quella a suo tempo depositata in sede di prima presentazione della domanda di iscrizione. Per la conferma di iscrizione non sarà richiesto, inoltre, il versamento dell’imposta di bollo e della tassa di concessione governativa (già versate in fase di prima iscrizione)“.

In attesa del vademecum ufficiale, dalle note rilasciate dall’ufficio del Tribunale possiamo confermare, quindi, che a corredo della compilazione del form dedicato sarà necessario allegare la medesima documentazione già prodotta all’atto della prima iscrizione, aggiornata, senza dover procedere a nuovi versamenti. Pare anche confermato che  per chi intende confermare l’iscrizione non sarà necessario il requisito del corso di formazione, ancora in corso di programmazione presso l’ODMeO di Bologna. Nei prossimi giorni chiederemo conferma ufficiale al Tribunale.

Si richiama di seguito il link al portale Europass, utile strumento alla corretta compilazione del Curriculum secondo il formato richiesto di tipo europeo (link).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *